Giugno 16, 2024

Truffe telefoniche: come difendersi dai raggiri più sofisticati che svuotano il conto in banca

Le truffe telefoniche sono in costante aumento e diventano sempre più sofisticate. I truffatori utilizzano una varietà di stratagemmi per ingannare le vittime ignare e ottenere informazioni personali preziose, che possono aprire le porte ai conti correnti e ad altri dati sensibili. Tuttavia, con alcuni accorgimenti, è possibile evitare questi raggiri e proteggere i propri dati.

Una delle truffe più comuni e pericolose attualmente è quella dello “squillo senza risposta”, nota anche come “Wangiri”. Questo raggiro sfrutta la curiosità delle persone o la possibilità che stiano aspettando una chiamata importante. I truffatori chiamano un numero e riattaccano dopo il primo squillo. La vittima, vedendo una chiamata persa, potrebbe cercare di richiamare il numero, attivando così costosi servizi che possono prosciugare il conto corrente.

Per difendersi da questa truffa, è consigliabile inserire il numero di telefono su un motore di ricerca per verificare se ci sono segnalazioni negative da parte di altri utenti. Tuttavia, molte persone, specialmente quelle meno esperte o che agiscono d’istinto, potrebbero non fare questa verifica e richiamare immediatamente, cadendo nella trappola.

I truffatori cambiano spesso i numeri di riferimento per evitare di essere scoperti, ma ci sono alcuni prefissi telefonici che dovrebbero far scattare un campanello d’allarme. Tra questi prefissi ci sono: +255, +371, +375, +44 (Regno Unito), +53 (Cuba), +216 (Tunisia), +373 (Moldavia) e +383 (Kosovo). Se ricevete una chiamata da uno di questi prefissi, è meglio non richiamare e verificare prima online.

Le telefonate dei truffatori possono arrivare a qualsiasi ora, ma spesso vengono effettuate durante la notte o l’orario di lavoro, per ridurre la possibilità che qualcuno risponda immediatamente e aumentare la probabilità che la vittima richiami. A volte, lasciano anche un messaggio con la richiesta di ricontattare lo stesso numero, cercando di trattenere la vittima il più a lungo possibile al telefono.

Per proteggersi dalle truffe telefoniche, è fondamentale seguire alcuni semplici accorgimenti:

  1. Non richiamare numeri sconosciuti: se non riconosci il numero, fai una ricerca online prima di richiamare.
  2. Fai attenzione ai prefissi internazionali sospetti: conosci i prefissi comuni utilizzati nelle truffe e evita di richiamare numeri con quei prefissi.
  3. Utilizza app di blocco chiamate: molte app possono bloccare automaticamente numeri sospetti e conosciuti per truffe.
  4. Segnala i numeri sospetti: se ricevi una chiamata sospetta, segnala il numero alle autorità competenti o alle piattaforme di segnalazione online.
  5. Educa te stesso e gli altri: informati sulle truffe più comuni e condividi queste informazioni con amici e familiari.

Rimanere vigili e informati è la chiave per evitare di cadere nelle trappole dei truffatori telefonici. Con attenzione e alcuni accorgimenti, è possibile proteggere i propri dati personali e finanziari da queste minacce sempre più sofisticate.

Related Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *