Luglio 20, 2024

“Il Ponte sullo Stretto: una follia Conte si schiera a Messina”

Conte a Messina
G. Conte a Messina

Il leader del Movimento 5 Stelle, Giuseppe Conte, ha recentemente visitato Messina per incontrare alcuni residenti delle aree che potrebbero essere espropriate per la costruzione del Ponte sullo Stretto. Durante l’incontro, Conte ha raccolto testimonianze di persone che si lamentano dell’infrastruttura, sostenendo che non avrà alcuna utilità pubblica. Secondo il leader del M5s, è necessario concentrarsi sulla realizzazione di infrastrutture che servano sia alla Sicilia che alla Calabria.

Conte ha definito “una follia” la decisione di sottrarre dal fondo Fsc della Sicilia un miliardo e 300 milioni di euro destinati alla costruzione dell’autostrada Siracusa-Gela, un’opera che è in attesa di completamento da molto tempo. Tali fondi verrebbero invece utilizzati per finanziare il Ponte sullo Stretto, un’opera la cui realizzazione non è ancora certa e che, secondo i tecnici e gli esperti, presenta numerose criticità ingegneristiche, ambientali e per il trasportoConte ha sottato l’importanza di non prendere in giro i cittadini siciliani, calabresi e italiani in generale, e ha invitato a concentrarsi sulla realizzazione di infrastrutture viarie che siano effettivamente necessarie in Sicilia e in Calabria. Inoltre, ha sollevato il tema dell’approvvigionamento idrico in Sicilia, sottolineando l’importanza di investire nella realizzazione di impianti idrici che siano in grado di far fronte alla situazione di emergenza idrica che attualmente affligge l’isola.

Le parole di Conte riflettono una posizione critica nei confronti del progetto del Ponte sullo Stretto e una volontà di concentrarsi su infrastrutture che rispondano realmente alle esigenze del territorio. La questione dei fondi destinati all’autostrada Siracusa-Gela, che attende di essere completata da anni, evidenzia la necessità di una gestione oculata delle risorse finanziarie per garantire lo sviluppo delle infrastrutture e il benessere delle comunità coinvolte.

Related Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *